Know your worth

Dopo due mesi in cui ho allegramente snobbato WordPress, eccomi di nuovo qui con un po’ di tempo tra le mani (Dio, quanto amo la domenica mattina) per poter finalmente scrivere qualcosa di nuovo, che esula un po’ dal mio progetto di un anno senza acquisti di abiti nuovi, anche se va comunque a comporreContinua a leggere “Know your worth”

Il repulisti prevacanza

La settimana scorsa, prima di partire per le tanto agognate vacanze, (scrivo da sotto un ulivo, nascosta in un giardino circondato da un muro in sasso, ben protetta dal resto del mondo e con il secondo bicchiere di mimosa in mano. Se non è vita questa!) ho finalmente deciso di aprire gli scatoloni del traslocoContinua a leggere “Il repulisti prevacanza”

Il mio primo compleanno responsabile

Finalmente sono arrivate le ferie: tre settimane e mezza (la prima settimana la calcolo a metà, visto che sono dovuta rientrare in ufficio per fantomatiche “emergenze” e il resto del tempo a casa avevo l’iPad aziendale sempre in mano!) di tranquillità e, soprattutto, tanto tempo per farmi i fatti miei. Oltre alle ferie è arrivatoContinua a leggere “Il mio primo compleanno responsabile”

1. Iniziò così…

L’arrivo di luglio segna ufficialmente l’entrata nel quinto mese del mio progetto, un anno intero senza acquistare vestiti nuovi, scarpe incluse. Voglio cominciare dall’inizio e condividere la storia di questo progetto, ma soprattutto, i motivi alla base di questa decisione. Inizio marzo, suppergiù, inizia il lockdown: gli italiani rimarranno chiusi in casa, salvo spostamenti essenzialiContinua a leggere “1. Iniziò così…”

Marzo 2020 – marzo 2021: un anno senza vestiti nuovi.

Acquisti impulsivi? Sì, parecchi. L’arrivo della pandemia, il tempo per riflettere sulle mie scelte quotidiane e la decisione di intraprendere questo viaggio, una sfida con me stessa: non acquistare vestiti (accessori inclusi!) per un anno intero.

Un anno, una vita e una pandemia dopo

Era finito abbandonato tra le ragnatele della mia mente, messo da parte come i tanti rossetti rossi che mi dimentico in giro nei cassetti del bagno. Mi sono ricordata di avere questo blog solamente qualche mese fa, quando mi sono ritrovata qualche decina di euro in meno sulla debit card per il rinnovo annuale dell’iscrizioneContinua a leggere “Un anno, una vita e una pandemia dopo”

Come si raggiunge un’isola che non c’è? L’isola di Wight.

“Ma esiste davvero?” Questa la prima domanda che ci hanno rivolto dopo aver saputo qual era la nostra meta; non una, non due, ma ben tre persone. A quanto pare tutti l’hanno sentita nominare in una famosa canzone italiana degli anni ’70, ma non tutti sono certi della sua esistenza. Vi garantisco invece che oltreContinua a leggere “Come si raggiunge un’isola che non c’è? L’isola di Wight.”

Lost in Hong Kong 🇭🇰

Ennesimo viaggio di lavoro ad Hong Kong, il sesto. La città negli anni l’ho girata, ho visto quel che si riusciva nelle poche ore libere serali e messo una crocetta sui must turistici (la salita al Peak con il tram che viaggia un diagonale con vista sulla baia, la traversata da Kowloon all’isola di HongContinua a leggere “Lost in Hong Kong 🇭🇰”

Il deserto di fuoco di Lahbab

Dopo mesi di silenzio e scrittura solo su carta sono tornata qui. In mezzo l’isola di Wight, le colline e il mare della Toscana, Miami, le piramidi di Segonzano e Dubai. Dovrei seguire la cronologia degli eventi, ma oggi non mi va. Parto da Dubai, perché per me è da sempre tra le mie grandiContinua a leggere “Il deserto di fuoco di Lahbab”